Come utilizzare i funghi medicinali per risolvere diverse patologie

In questo sito abbiamo più volte descritto le proprietà terapeutiche dei funghi medicinali. Oggi vogliamo portare all’attenzione dei lettori un nuovo libro che si rivela molto interessante per la specificità con cui affronta l’argomento “micoterapia” e per i preziosi consigli che propone proprio per la risoluzione di alcune tra le patologie più diffuse grazie all’aiuto dei funghi.

Stiamo parlando del libro “I Funghi Medicinali in 240 malattie” scritto dal Dott. Walter Ardigò, psichiatra, esperto in omeopatia, agopuntura e micoterapia, La preparazione accademica di questo medico gli ha permesso di arrivare alla conclusione che i funghi medicinali sono decisamente attivi sia nella prevenzione come nella cura di oltre duecento patologie.

In questo interessantissimo libro, il Dott. Ardigò, ci spiega in modo semplice e molto dettagliato, che cos’è la micoterapia e quali sono le sue varie applicazioni. Ci specifica quali sono i principali funghi curativi e la loro diffusione che, al giorno d’oggi, si è espansa praticamente in quasi tutto il mondo, dove naturalmente si possano ricreare le condizioni ambientali adatte.

Spiega inoltre le specifiche caratteristiche dei rimedi micoterapici e la loro applicazione, sottolineando le differenze che intercorrono tra questi e i lieviti e le differenze che contraddistinguono i funghi commestibili da quelli velenosi.

In un percorso preciso e ricco di informazioni, Ardigò ci spiega che i funghi medicinali sono molto simili all’uomo e alla sua struttura e per questo sono, citando le sue stesse parole, “un serbatoio preziosissimo per la salute dell’uomo, in grado di sostenere le nostre funzioni quando vanno in crisi.”

Nel testo viene specificato quali sono i benefici per i singoli organi del corpo umano, derivanti dall’assunzione dei funghi curativi, sotto controllo medico, ovviamente. Leggendolo scopriremo che i funghi sono un insieme di ben 7 principi attivi curativi, rari in natura, ecco perché assumerli è di vitale importanza per la salute.

Questi principi attivi vengono poi descritti con minuziosa precisione, collegandoli ai benefici e alle patologie che sono in grado di curare. Il libro prosegue quindi con la seconda parte, dove vengono descritte le patologie e i quattro poteri curativi dei funghi medicinali, ovvero “le molteplici azioni terapeutiche (circa una decina) esercitate dai funghi medicinali in ognuno dei quattro gruppi di patologie.”

A seguire, leggiamo una trattazione completa in merito alle procedure corrette per identificare la patologia con l’aiuto del medico e in che modo assumere i funghi medicinali con informazioni specifiche sulla posologia e sulla durata della cura.

Nell’ottica di fornire un quadro se possibile ancora più esaustivo sulla metodologia per tenere il proprio corpo in perfetta salute, l’autore indica anche alcuni suggerimenti relativi all’alimentazione, per poi proseguire con la terza parte, dedicata interamente ai funghi medicinali e ai protocolli curativi.

Si tratta di un testo completo, esaustivo, che risponde a tutte le domande o dubbi che possono sorgere e fornisce una corretta informazione su un argomento che spesso è stato trattato con superficialità.

I funghi medicinali sono un aiuto preziosissimo per la nostra salute e la lettura di questo libro ci aiuterà a comprenderne appieno l’importanza.

Consigliamo sicuramente la lettura e siamo certi che le informazioni trasmesse faranno la differenza per molti di voi.

Qui di seguito la copertina del libro. Per ordinarlo potete cliccare sull’immagine e sarete reindirizzati per l’acquisto.

Buona Vita!

funghi medicinali

 

AVETE DOMANDE O COMMENTI? SCRIVETECI!

ATTENZIONE: i commenti di questo blog sono stati disattivati per evitare di raccogliere i dati degli utenti. Di conseguenza, è preferibile inviare domande e commenti direttamente via email all’indirizzo info[chiocciola]funghi-medicinali.it. I vostri dati personali saranno tutelati, in questo caso, dalle norme sulla privacy di Google, essendo tale casella postale gestita tramite GMail.